Hagakure.

6071690193

(Tsukiyoka Yoshitoshi)

Prima o poi, ogni passo di queste memorie dovrà essere bruciato. Io, Tashiro Tsuramoto, ho trascritto fedelmente quanto il Maestro Yamamoto Tsunemoto volle tramandare ai posteri riguardo alla vita politica, alla condotta dei samurai, alle usanze del tempo, affinché fosse fatto tesoro del suo insegnamento.

Chi leggesse queste note potrebbe provare risentimento e avversione. Per questi motivi il Maestro mi ha raccomandato di dare alle fiamme il manoscritto, a ogni costo. Il nostro primo incontro avvenne il 5 marzo dell’Era Hoei.

Quanto sono distanti                                                                                                                                              Dagli affanni del mondo                                                                                                                                      Questi ciliegi selvatici                                                                                                                                                                                          Furumaru (Yamamoto Tsunemoto)

Sotto candide nuvole                                                                                                                                                        Sotto il ciliegio in fiore                                                                                                                                                    Ci siamo incontrati.                                                                                                                                                                                               Kisui (Tashiro Tsuramoto) 

image(Katsushika Hokusai)

 

Così ha inizio “Hagakure” (“All’ombra delle foglie”), una delle opere più rappresentative della letteratura samuraica, nella quale sono raccolti gli insegnamenti impartiti dal monaco buddhista Yamamoto Tsunemoto ad un samurai di nome Tashiro Tsuramoto che li ha annotati, dal 1710 al 1716, e trasmessi in segreto, trasgredendo il principio di ubbidienza assoluta alla volontà del Maestro di dare alle fiamme il manoscritto.

Quando si è determinati, nulla è impossibile: allora si può perfino muovere il cielo e scuotere la terra. Ma se si è privi di coraggio, si è in preda all’incertezza. Si dice che un uomo possa muovere il cielo e la terra senza nessuna difficoltà, quando lo desidera con tutto il cuore.

Arianna

n2994206

(Hagakure – Edizioni Mediterranee )

Annunci

La meccanica del cuore.

Uno, non toccare le lancette. Due, domina la rabbia. Tre, non innamorarti, mai e poi mai.”

La meccanica del cuore di Mathias Malzieu

Il 16 aprile 1874 è la notte più fredda del mondo ad Edimburgo e il sole sembra scomparso per sempre. Fontane ghiacciate, il fiume mascherato da lago di zucchero a velo, gli uccelli si congelano in volo. Solo gli orologi continuano a far battere il cuore di una città  congelata. In questa notte, in una vecchia casa di legno sulla cima della collina più alta di Edimburgo, nasce Jack con il cuore completamente ghiacciato. Ma Madeleine, la levatrice bizzarra e un po’ strega, che aiuta a mettere al mondo bambini e ripara la gente – sì, ripara la gente! – lo salva, applicando al suo cuore congelato un orologio a cucù, soluzione tanto ingegnosa quanto fragile. Bisogna essere prudenti con le emozioni, soprattutto con l’amore. “Un giorno o l’altro, tutto il piacere e la gioia che l’amore può suscitare si pagano con la sofferenza. E più si ama intensamente e più il dolore sarà moltiplicato.”

Uno, non toccare le lancette. Due, domina la rabbia. Tre, non innamorarti, mai e poi mai. Altrimenti, nell’orologio del tuo cuore, la grande lancetta delle ore ti trafiggerà per sempre la pelle, le tue ossa si frantumeranno, e la meccanica del cuore andrà di nuovo in pezzi.”

Ma le emozioni non c’è proprio verso di evitarle e  il giorno del suo decimo compleanno, Jack incontrerà la piccola andalusa con la voce d’usignolo, Miss Acacia, ballerina di flamenco…

Non svelerò di più.

A spingermi ad afferrare questo libro, qualche anno fa in libreria, è bastata la copertina, meravigliosamente illustrata da Benjamin Lacombe. Un’occhiata alla trama ed era già mio.

Una favola poetica per grandi, dolce e amara al tempo stesso, un racconto tenero ma anche ironico, romantico e crudele, fantastico e vero, che ci narra di amicizia, di passione, di amore e di diversità, attraverso metafore toccanti.

L’autore è Mathias Malzieau, cantante e scrittore, leader dei Dionysos. In contemporanea all’uscita francese del romanzo ha pubblicato l’album La mécanique du cœur,  adattamento sonoro e musicale del libro. Ecco allora il mio consiglio di leggere le pagine di questo racconto, con gli occhi sì, ma anche con il cuore del piccolo Jack che è dentro ognuno di noi, magari ascoltando qualche canzone dell’album!

Dal libro è stato tratto anche il film di animazione “Jack e la meccanica del cuore.”

 

Arianna